30 anni e sentirli tutti: le verità che nessuno ti ha mai detto.

4.2.16

30 anni e sentirli tutti: le verità che nessuno ti ha mai detto.

Quando compi diciotto anni pensi che la tua vita sia in piena rivoluzione. Pensi che la maggiore età sia un cambiamento drastico per la tua vita e invece l'unica cosa che riesci a conquistare è la possibilità di firmarti le giustificazioni a scuola, di andare a votare e di prendere la patente. Il resto è tale e quale: la tua pelle rimane di pesca, il culo resta sodo, qualsiasi abito stretto ti veste meglio di Belen e la tua vita è sempre più viva e felice! Fate tardi la sera ormai diventa un must ...e guai a mancare una serata in discoteca perchè la serata si passa sotto la cassa!



Ma il cambiamento vero, quello realmente rivoluzionario, lo raggiungi a 30 anni. La vita a trent'anni passa dallo tzum-tzum della discoteca ai pianti con C'è Posta per te. Diventi più maturo, è vero, ma spesso la vita di tua nonna diventa più entusiasmante della tua.


IL FINE SETTIMANA A 30 ANNI.
Se fino ai vent'anni la notte era giovane e non uscivi di casa prima delle 22, da quando hai compiuto i 30 ti sei resa conto che dopo cena ti sale subito l'abbiocco.
Minigonna e stiletto hanno lasciato il posto a sciarpone di lana e UGG boots perchè l'ultima volta che hai provato ad essere cciovane ti sei ritrovata con la febbre a 38 per una settimana.


Dopo questo pazzo sabato con coperta e TV, arriva la domenica, giorno del Pigiama All Day. Quando l'amica ti whatsappa "Hey, shopping e poi aperitivo in centro?", tu vuoi sprofondare in quel pigiama di pile XXL!



PAZZO PAZZO DIVERTIMENTO.
Discoteca? Il pazzo pazzo divertimento è al massimo una birra piccola nel locale tranquillo "che la musica troppo alta non ci fa parlare e poi domani devo alzarmi presto".
La notte a 30 anni dura al massimo fino a mezzanotte e come Cenerentola lasci il ballo perchè il sonno prende il sopravvento. Banditi cocktail superalcolici perchè tanto non li reggi più, e quando per una sera vuoi fare la cciovane ed ordini un gin tonic, il giorno dopo non riesci neanche ad alzarti dal letto per i postumi...manco se ti fossi bevuta tutto il bancone del bar!


Reduce da quella pazza sera con le amiche storiche, per la prossima uscita proponi una pizza. Il tavolo in pizzeria però ormai non si prenota più per le 21:30, ormai ti ritrovi a cenare con le famiglie nel turno delle 20 perchè subito dopo si torna a casa a guardare Maria de Filippi che per una passeggiata fa troppo freddo.


UNA VITA SALUTARE.
Mc Donald's, patatine fritte, cibo spazzatura...tutto bandito dal compimento dei 30 anni perchè anche se sembri giovane esteticamente il tuo corpo inizia a dare sintomi di cedimento con gastrite e bruciori di stomaco.
Meglio una cena a casa, magari preparata da te dopo aver visto tutte le stagioni di Master Chef e aver selezionato e ricopiato sul quadernino tutte le ricette di Giallo Zafferano!


La primavera è obbligatoriamente la stagione del detox e dell'attività fisica. Vai al Decathlon e ti compri tutte le tutine fighe per la corsetta mattutina, pur sapendo che non ci andrai mai a correre perchè il giorno dopo resterai morto a letto scrivendo il testamento. E quindi "ca**o-te-ne" vai al Mc Donald's!



LA PROFUMERIA DEI 30 ANNI.
Se l'attività fisica non fa per te, inizi a provare tutte le creme "anti-tutto" in commercio.
Nonostante la gravità hai un corpo ancora accettabile, ma la cellulite ormai c'è e te la tieni. 
Guardi l'Instagram di Belen e ti rifletti allo specchio domandandoti "dove ho sbagliato?", quindi ti fiondi nel reparto anti-cellulite e spendi 200 euro in crema, scrub, trattamento urto, trattamento lisciante e rivoluzionari pantaloncini che ti scontano il culo di qualche centimetro. Magari non riuscirai a respirare per le prossime 12 ore, ma vuoi mettere come scende perfetto quel vestitino in seta?


Dopo l'anticellulite, noti il viso spento, quasi solcato...hai 30 anni ed è ora di prendere un buon antirughe perchè prevenire è meglio che curare.
Veleno d'ape, bava di lumaca, morso di cobra e tutto l'acido ialuronico del mondo, non avranno più segreti per noi! Fillerina & co. nostre migliori amiche.


E lo struccaggio? Quante volte al ritorno dalla discoteca alle 5 del mattino andavi al letto ancora truccata? A 30 anni sai che quei 5 minuti tra oli e struccanti varranno 2 anni di rughe in meno...e quindi struccaggio obbligatorio (e obbligato da zia Clio Makeup).



I SEDICENNI.
Dopo mesi rintanata a casa, gli amici giovani ti portano nel mondo reale. Tu non fai altro che guardarti in giro e vedere flotte di ragazzini che sì e no avranno al massimo sedici anni. Ragazzi con pantaloni rigorosamente stretti e risvoltino alla caviglia invadono le strade della città. Papillon e ciuffo alla Mariano Di Vaio per il figo di turno e capello finto spettinato alla nerd per lo sfigatello, che ammettiamolo, oggi essere nerd fa figo.
Tu ripensi ai tuoi amici dei sedici anni. A quei tempi c'erano due categorie di ragazzi: il figo, con bomber nero con interno arancio fluo e capelli alla Leo Di Caprio in Titanic, e lo sfigato...che ai nostri tempi era il nerd di Otto sotto un tetto!


Le ragazzine di oggi mi sembrano tante Chiara Ferragni e Chiara Biasi... ce ne fosse una che non sia una gran figa!!! Outfit che sembrano usciti da Gossip Girl e sale trucco che manco il magazzino di Kiko...! Io però mi ricordo alla loro età, quando le nostre "Chiare" erano le Spice Girls o le ragazze di Non è la Rai, e la nostra Blair era Joey Potter.
I nostri outfit erano le maxi zeppe a rischio reparto ortopedico, le magliette con le bamboline della Onyx, per il makeup il gloss era il top del top e la riga dei capelli obbligatoriamente in mezzo.



LA MUSICA.
Molto spesso ti ritroverai proprio con quelle ragazzine a parlare di musica e serie tv. Ti sentirai particolarmente vecchia a pensare ai tuoi miti, alla collezione di CD e ai poster attaccati in camera, alle musicassette in cui registravi la Hit del momento mentre la passavano alla radio. Il nostro era un lavoro di velocità e attenzione, di chiamate alla radio della città per dedicare i Gemelli Diversi a chi non avrebbe mai ascoltato. Se avessimo avuto Youtube, Spotify e iTunes non avremmo mai perso ore a riavvolgere i nastri con la penna!
- Giovani amiche che leggete, tranquille, non stiamo parlando di medioevo -


Non andrai mai ad insultare le ragazzine di oggi perchè piangono davanti a Justin Bieber perchè sai bene che anche tu hai pianto e ti sei strappata i capelli con i Take That e i Backstreet Boys! Ancora oggi, quando su Spotify selezioni la playlist "Top Hit Ever" e passa "Everybody" ti metti a ballare la coreografia! Per non parlare delle Spice Girls con "Wannabe".


I TELEFILM.
Hai appena saputo che Gilmore Girls riprende e tu saltelli di felicità! Ovviamente il resto del mondo non riesce a capire questo grande avvenimento, solo perchè loro non hanno seguito tutte le 7 stagioni di Una mamma per amica!


I telefilm delle trentenni ormai sono dei reperti storici da custodire gelosamente! Se oggi si sceglie tra team Damon e team Stefan, noi ci dividevamo tra il ciuffo di Dylan Mckay e la faccia da bravo ragazzo di Brandon Walsh.


Quando un trentenne sente anche solo da lontano la sigla di Beverly Hills 90210 inizia a dimenticare tutte le stagioni di The Big Bang Theory per ritornare indietro nel tempo, a quelle frange fonate e a quegli outfit di dubbio gusto fatti di colori pastello e fiorellini.


Definirei Beverly Hills la scuola di vita della trentenne. Un serie tv ricca di insegnamenti che non si possono dimenticare. Uno fra tutti l'amore travagliato tra un trio niente male: Brenda, Kelly e il ciuffo di Dylan! Questo scambio di coppie sembrava più uno scambio di figurine Panini (ce l'ho, ce l'ho, mi manca!). 


Ovviamente non si può dimenticare la secchiona Andrea Zuckerman che zitta zitta passa da un ragazzo all'altro, lasciando sbigottiti milioni di spettatori!
Un ricordo affettuoso all'inutile Donna Martin, la stupida, casta, piagnucolante biondina che tutti vorrebbero sul comodino. We love you Donna!


GLI UNICORNI.
Nonostante i trenta, amiamo gli unicorni. Se fosse per noi le nostre case sarebbero invase dagli unicorni! Ma quante volte ti sei frenata, con quell'unicorno rosa tra le mani, perchè "ehy, ma c'hai 30 anni!!!"



Nel negozio di giocattoli ti ritrovi a giocare con spade laser o a improvvisare lotte di Wrestling non curante delle facce allibite dei ragazzini, poi ti guardi intorno noti che quel ragazzino che ti sta deridendo, è proprio il figlio del tuo compagno di classe del liceo... e allora fingi di comprare quel gioco per il nipotino...si, proprio come quell'unicorno rosa!!!



I MATRIMONI.
Quando sei invitata a un matrimonio è tutto un "e allora tu, quando ti sposi?". Non puoi rispondere con un semplice MOLLATEMI e allora trovi il modo migliore per superare la serata: alcool!


Sei single o la storia è finita? Who cares?!? Pazze serate per single ti aspettano!



I 30 anni sono difficili, sono impegnativi...sono un pò come quando passi dal tingerti i capelli solo per il gusto di cambiare colore, al farlo perchè devi coprire i capelli bianchi e se non vuoi somigliare a tua nonna inizi a prendere accordi col parrucchiere per il ritocco mensile.

Ma nonostante tutto sai che sei giovane, in fondo sei ancora una bella giovincella! In fondo.

Potrebbe interessarti

13 Commenti

  1. Parole sante! Le 18/20enni di oggi sembrano delle trentenni mentre noi alla loro età sembravamo delle bambine! XD Meglio così per carità, almeno oggi che ne abbiamo 30 ne dimostriamo almeno 25 ;) Quanti ricordi tutti quei telefilm, le boyband, sigh! Che nostalgia! :)

    RispondiElimina
  2. Sto morendo dalle risate 😅 adoro questi articoli.. Io quest'anno farò 30anniii 😢

    RispondiElimina
  3. Articolo perfetto coetanea cara.

    RispondiElimina
  4. ahahhahhaha sto ridendo come una folle XD Che poi... condivido tutto da i Sedicenni... Perchè io ancora rincaso nelle mattinate, mi stra distruggo, e assolutamente esco sempre in tacco 12 (forse più di quando avevo 18 anni O_O )
    C'è un qualcosa che le 30enni hanno, la CONSAPEVOLEZZA di se, del proprio corpo, del proprio io... E non è il semplice "mi piaccio" di una 18enne... ma qualcosa di molto più profondo (bho a me è successa sta cosa XD )
    Ma poi sinceramente... Se da un lato l'età pre 30enne era bella per le rughette in meno, per la spensieratezza... bhe... Quanto è figo essere 30enni? Anche se a me ancora mamma mi telefona per dirmi "quando torni a casa?" Mamma cavolo vivo fuori casa da 10 anni!!!!!!!!! XD
    Comunque per colpa tua... sto canticchiando la siglia di BeverlyHills -.- non si fa così!

    RispondiElimina
  5. io sto morendo dal ridere ahahahahahha è troppo divertente questo post :D
    anche se,più che per le 30enni direi che è più rivolto alle 40enni :D

    RispondiElimina
  6. io voglio capire come ci sono arrivata a 27 anni, l'ultima volta che ho controllato ne avevo venti. #nonvogliocrescere #fermateilmondovoglioscendere

    ♥ Alixia le chat gourmand

    RispondiElimina
  7. Muoio dal ridere e sottoscrivo tutto :D... Quest'anno sono 30 e mi ritrovo perfettamente in tutto ciò che hai scritto!!!! PS: Evviva gli unicorni *_____*

    RispondiElimina
  8. Questo post non poteva essere migliore XD
    Non ho ancora 30anni (26, ci siamo quasi), ma ti posso dire che mi rivedo in quasi tutto (tranne Beverly Hills, perché ero più piccolina all'epoca e non me lo filavo di striscio, io volevo i Cartoni Animati!!!).
    Ti dirò nonostante queste "negatività" da 30enni, io non ritornerei mai ai miei 16: a parte che ero sfigatella, ma attualmente, nonostante da allora abbia preso circa 20kg, ho una consapevolezza di me e di quello che valgo (esteticamente e mentalmente) che ritengo impagabili e mi sento meglio adesso con me stessa,che in passato. E comunque chissene dei 26, tanto ancora mi prendono per una cciovane (settimana scorsa mi hanno presa per una di scuola superiore, non sai come mi ha rincuorata XD)!

    RispondiElimina
  9. Bellissimo post!! Ne ho 26 ma posso rispecchiarmi già in molte cose😂 ah ah ah!

    RispondiElimina
  10. Oddio questo post è stupendo! Io sto a metà strada, che ansiaaaaa!!

    RispondiElimina
  11. ahahahah io dopo i 30 anni neanche ho più festeggiato alla grande, ma sempre molto mestamente, pensa te! Comunque sono contenta che non sia solo io a svenire il sabato sera e a fingere di non avere la palpebra calante quando accompagno per locali i miei amici più giovincelli...seduta al pub a pensare alla puntata di qualche serie che in quel momento sto perdendo! :D comunque non so se sia una caratteristica della classe degli anni '80, perché sto leggendo tanti post simili (ma questo credo sia uno di quelli "al top"!) ho visto il film dei The Pills e praticamente ruota proprio intorno a questo e io per prima ultimamente mi sono soffermata su queste considerazioni. Dai, che siamo in bella compagnia, dovrebbero fare tipo discoteche per i 30enni in cui però ci sono divanoni comodi, si proiettano serie tv e si può andare in pigiama e rimanere a dormire lì :D

    RispondiElimina
  12. Io sono sempre stato uno che voi fighi che fate scienze della comunicazione o sociologia avreste definito uno "sfigato senza vita sociale" alla solitudine ci sono abituato ed essere fuori posto è sempre stata la mia realtà fin dalle medie.
    Non ho alcun problema ad invecchiare, anzi più passa il tempo più scopro nuove passioni, quei fighi che da adolescente invidiavo per i loro giri di amicizie e per le feste a cui non sono mai andato, oggi ai miei occhi risultano dei perdenti o dei falliti che non hanno raggiunto neanche 1/4 del mio successo in termini lavorativi.

    RispondiElimina

Thanks for visiting NEW YORK CAN WAIT
Se ti è piaciuto il mio blog lascia un commento, sarai ricambiato con tanti cuoricini.

Seguimi anche su Facebook | Twitter | Instagram | Bloglovin' | Pinterest | Google+ | Tumblr

PRIVACY POLICY - INFO SU PRIVACY COMMENTI

La Blogger

About Me
Alessandra F.
sono una trentenne in formato pocket con 150cm che mi hanno permesso di fingermi "bimba" fino ai 14 anni...e forse lo faccio anche ora.
Vivo a Reggio Calabria, una città in cui sono circondata da Hogan e borse Piero Guidi. Io mi limito a comprare da Zara Kids. Lo smartphone è il prolungamento della mia mano e Instagram è l'album fotografico della mia vita solo perchè provvisto di filtri antiocchiaie. Potrei dire di essere una geek girl, ma ve lo confermerò quando ne capirò il significato.
Sono social sul web ma antisocial off line. Mi basta Twitter.
Alterno deliri rosa cipria e anelli con teschi.
Ah, sono scemissima, ma sono brava a nasconderlo.
Scrivetemi:
alessandra@newyorkcanwait.net


Note & Condizioni

DISCLAIMER E REGOLE DEL BLOG
INFORMATIVA PRIVACY
COOKIE POLICY
COOKIE POLICY in English
CREDITS



CREATIVE COMMONS

New York can wait…
New York can wait di Alessandra F. è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at www.newyorkcanwait.net.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso alessandra@newyorkcanwait.net.

Credits

Some pictures on newyorkcanwait.net have been taken from the web, if you are the holder of rights to images posted on the blog, send me an email to alessandra@newyorkcanwait.net. Please do NOT copy contents from this blog!
-----------------------------------------------------
Alcune foto su newyorkcanwait.net sono state prese dal web, se siete detentori di diritti di immagini pubblicate sul blog, inviatemi una email a alessandra@newyorkcanwait.net. Per favore, NON copiate i contenuti di questo blog!


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato a discrezione degli autori e senza alcuna periodicità. Non può quindi essere considerato un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001.

󾠣 BLOG www.newyorkcanwait.net☕ IG instagram.com/newyorkcanwait_󾁀 TW twitter.com/newyorkcanwait_󾆕 Pinterest it.pinterest.com/newyorkcanwait󾆮 Snapchat nycanwait

Posted by New York can wait on Giovedì 29 ottobre 2015
buzzoole code
ABOUT alessandra@newyorkcanwait.net DISCLAIMER E REGOLE DEL BLOG INFORMATIVA PRIVACY COOKIE POLICY COOKIE POLICY in English CREDITS NEWSLETTER Info su Newsletter/Commenti.